E' letteralmente esplosa a causa di un sovraccarico. Per fortuna la centralina di una villetta, che si trova in una zona di periferia di Cassino, era posta all'esterno del balcone: è stato questo ad evitare che l'abitazione prendesse fuoco e che la proprietaria potesse restare ferita.
L'episodio è avvenuto questa mattina e solo per caso è stato scongiurato il peggio. Stando una prima ricostruzione dei fatti sembrerebbe che a causare il guasto sia stato un sovraccarico dovuto all'utilizzo di una stufa alogena per far fronte alle temperature rigide. Non è infatti il primo caso e i tecnici mettono in guardia sul corretto utilizzo di stufette e termoventilatori usati nella maggior parte delle abitazioni, soprattutto quando l'inverno comincia a farsi avanti.
L'esplosione è stata improvvisa e violenta. La proprietaria che vive sola, ha immediatamente notato la presenza di fiamme e l'odore forte di bruciato, subito dopo l'esplosione. Immediato l'arrivo sul posto dei vigili del fuoco di Cassino che hanno provveduto a mettere in sicurezza la zona interessata dalla deflagrazione, riuscendo in questo modo a consentire ai tecnici di iniziare a lavorare. Per fortuna, spavento a parte, la proprietaria non ha riportato alcuna ferita.