Con l'avvicinarsi del periodo natalizio l'associazione culturale Risorgimento Cassinate Idea Sociale sensibilizza l'amministrazione comunale, dirigenti scolastici, professori e maestre alla realizzazione di presepi in ogni istituto scolastico della città di Cassino.
«Il Natale - spiega il presidente del sodalizio cassinate Danilo Evangelista - non sia inteso solo come un evento religioso o commerciale bensì come un evento culturale in cui si trasmette il valore e la tradizione che il presepe rappresenta nella nostra identità italiana.
Chiediamo che vi sia un coinvolgimento degli studenti e magari anche delle famiglie nella realizzazione dei presepi, spiegando storia e tradizione di tale iniziativa ma nessun alunno deve sentirsi obbligato a concorrere, specie se professante culti diversi da quello cristiano. Avere rispetto per le religioni degli altri, non significa doversi vergognare della propria».
Quindi Evangelista chiama in causa Nora Noury: «Un particolare appello all'assessore alla cultura del Comune di Cassino che possa farsi carico della promozione di tale iniziativa culturale magari incentivando le scuole con una premiazione per il miglior presepe realizzato. Il nostro auspicio è che le tradizioni identitarie italiane si tramandino ancora nelle nuove generazioni».