Quando non la gettano dalle finestre della propria classe, la nascondono in luoghi dove sperano che non venga fiutata. E, invece, agenti e cani poliziotto hanno rinvenuto - anche stavolta - le dosi che gli studenti degli istituti superiori avevano portato a scuola per dare una "svolta" alla giornata!
Tutto grazie alla costanza della polizia di Stato che, coordinata dal nuovo questore Rosaria Amato, prosegue i servizi antidroga in tutto il territorio cassinate.
Gli agenti del Commissariato di Cassino, in collaborazione con le unità cinofile hanno controllato due istituti scolastici della città. L'attività rientra nella capillare e costante azione preventiva finalizzata a scoraggiare l'uso di sostanze stupefacenti, con particolare riguardo agli ambienti scolastici. E proprio andando a visitare i bagni di un istituto hanno trovato hashish occultato in un rossetto lasciato lì per non incappare nel fiuto dei cani.
Ma le verifiche sono continuate anche altrove: le stesse unità operative della Polizia di Stato hanno effettuato perquisizioni domiciliari e perlustrato la zona della stazione ferroviaria e del centro cittadino, dove non mancano mai personaggi dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti. L'attività, in totale, ha portato al sequestro di circa 20 grammi, tra hashish e marjiuana, in possesso di due giovani del luogo e di un gambiano; quest'ultimo ospite di una cooperativa di accoglienza. Tutti sono stati segnalati alla prefettura di Frosinone per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale, mentre per i due cassinati è scattato anche il ritiro della patente di guida.