Case hot in centro. Ce ne sono a decine e i residenti sono esasperati dall'indecoroso via vai e dagli schiamazzi. È stata proprio una loro segnalazione a permettere alla polizia di scoprire un altro appartamento a luci rosse e di denunciare una maitresse.
"Schiamazzi ed urla provenienti da un appartamento nel centro città": è questa la segnalazione che è giunta sulla linea di emergenza 113 del Commissariato nella serata di ieri. Gli agenti agli ordini del dottor Alessandro Tocco non hanno perso neppure un istante e sono andati subito a bussare a quella porta. Dentro lo stesso ambiente delle altre case hot. Immediatamente sono stato identificati tutti i presenti: una donna albanese, una sua amica rumena, un brasiliano ed un ragazzo del luogo. Le due ragazze erano dedite al meretricio, gestendo gli "incontri" attraverso un sito web dedicato.
I clienti, sempre numerosi, pagavano regolarmente e loro dovevano corrispondere giornalmente la somma di 30 euro alla proprietaria dell'appartamento per svolgere l' "attività". La maîtresse, una brasiliana di 40 anni, è stata pertanto denunciata all'Autorità Giudiziaria per favoreggiamento della prostituzione.