Ha un nome e un volto l'autore dello scippo ai danni dell'anziana scaraventata a terra in via Garigliano dopo il colpo: si tratta di Michelangelo Pontone, 48 anni, residente nel quartiere Colosseo e già noto alle forze dell'ordine.

I militari della Compagnia di Cassino sono riusciti a identificare l'uomo, come detto di 48 anni di Cassino, su cui pendono gravi indizi di colpevolezza. Ed ora è in stato di fermo. Decisivi, a quanto si è potuto apprendere, sarebbero stati i filmati di alcune videocamere di sorveglianze che si trovano nella zona dello scippo. Immagini che gli inquirenti hanno visionato con attenzione e nelle quali sarebbero ben visibili tanto il volto dell'aggressore quanto l'abbigliamento che indossava: abiti che poi i carabinieri avrebbero ritrovato nella sua abitazione durante la perquisizione domiciliare cui è stato sottoposto dopo l'episodio visto che i sospetti si sono indirizzati quasi subito su di lui. 

La vittima purtroppo resta ricoverata in gravi condizioni all'ospedale di Cassino. Immediata la risposta degli uomini del capitano Mastromanno, coordinati dal colonnello Cagnazzo: un episodio che ha scosso l'intera comunità per la violenza e la crudeltà. La nonna, di 85 anni, è stata scippata giovedì poco dopo le 15 in via Garigliano, a Cassino: chi ha agito, dopo averle strappato la borsa (dentro c'erano soltanto 50 euro e un cellulare di modello obsoleto e di scarso valore commerciale), l'ha scaraventata a terra con violenza tanto che la vittima ha riportato un trauma al volto, la rottura del femore e di un braccio. Oltre che varie contusioni. Le indagini sono state celeri e senza sbavature permettendo così di prendere il responsabile.