L'allarme è scattato alle prime luci dell'alba. A lanciarlo alcuni cittadini che, di passaggio sul ponte vecchio di Pontecorvo, hanno notato una strada schiuma sulle acque del fiume Liri.
È bastato pochissimo per capire che qualcosa non andava. Un caso su cui ora ci sono indagini aperte per tentare di capirne provenienza e composizione. Ma andiamo con ordine.
Da qualche giorno sono arrivate diverse segnalazioni dalla città fluviale sulla presenza di strane sostanze sparse sul territorio. In particolare i cittadini hanno dapprima segnalato cumuli di compost gettati su terreni privati. Un fattore che riguarda diverse zone di Pontecorvo fino all'ultimo avvistamento in zona Ravano. Una situazione che ha genera fortissima preoccupazione. 
Ma, come se già il contesto non fosse delicato, ieri mattina è scattata una nuova emergenza. Anzi un ritorno. Come accaduto poco più di un anno fa le acque del fiume Liri sono state coperte da una schiuma giallastra e particolarmente preoccupante. A notarla alcuni cittadini che hanno lanciato subito l'allarme contattando gli agenti della polizia municipale. Le indagini sono scattate nel giro di pochissimi minuti. Del caso è stata investita anche l'Arpa Lazio (Agenzia regionale per la protezione ambientale) al fine di effettuare prelievi e analisi che possano determinare la composizione della particolare sostanza.
Un episodio accaduto poco più di un anno fa e per il quale furono fatte accurate indagini per tentare di risalire ai punti di immissione delle sostanze gettate nel fiume Liri. Proprio nel corso di quegli accertamenti fu scoperto un allevatore che gettava i liquami della propria azienda direttamente nelle acque del fiume. Ora, a distanza di poco tempo, ancora una nuova emergenza. Quanto sta accadendo ha acceso, inevitabilmente, forti prese di posizione politica. Sul compost abbandonato in diverse zone della città è intervenuto il capogruppo di minoranza Paolo Renzi che ha affermato: «Come gruppo consiliare abbiamo presentato un esposto alle autorità preposte, tra cui anche il nucleo dei carabinieri forestali, affinché si faccia chiarezza su quanto sta accadendo. È una situazione che sta suscitando forti preoccupazioni tra i cittadini. Ancora una volta ci stiamo sostituendo alla maggioranza consiliare che dimostra le proprie inefficienze». Ma Renzi ha anche annunciato un esposto sulle schiume bianche comparse sulle acque del Liri.