Ha provato a uccidere il padre dopo una discussione. Poi ha raggiunto Cassino. È stato rintracciato dai carabinieri della Compagnia di Cassino, agli ordini del capitano Ivan Mastromanno, un trentaduenne di Caserta - già noto per reati contro la persona e il patrimonio - destinatario di un ordine di carcerazione per "tentato omicidio contro ascendente" emesso dalla procura del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (reato commesso nel 2010). L'uomo dovrà scontare sei anni di reclusione: i militari del Norm hanno condotto il trentaduenne in carcere, a Cassino.

Le altre operazioni

A Cervaro, invece, i carabinieri hanno denunciato un quarantaseienne napoletano per possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli: l'uomo, con il perfetto "kit dello scassinatore" è stato bloccato con fare sospetto in zone sensibili. Per lui è scattata l'irrogazione anche di un foglio di via obbligatorio. Segnalato in prefettura un assuntore di Sant'Elia di 37 anni trovato con un grammo di hashish. Denunciato per guida sotto l'effetto di alcol, invece, un cinquantunenne di Sant'Apollinare trovato alla guida ubriaco. Per lui è scattato il sequestro dell'auto e della patente. Nell'ambito del maxi controllo del territorio sono state identificate 61 persone, controllati 43 veicoli, elevate 5 multe ed eseguite diverse perquisizioni domiciliari.