Esplode la rabbia del proprietario di un cane dopo che il suo meticcio, color rosso fulvo, è stato avvelenato proprio davanti casa. Ieri la denuncia presentata ai carabinieri di Atina da un residente della parte bassa del paese che racconta che lunedì scorso ha trovato il suo cane agonizzante in giardino. Immediata la chiamata del veterinario accorso subito sul posto; il tempestivo intervento del dottore e le cure praticate sono riusciti a salvare il meticcio. Il veterinario ha sedato l'animale e lo ha trasportato nel suo studio per sottoporlo alla terapia del caso. Qui è rimasto fino al giorno dopo, quando ha smaltito i postumi dell'avvelenamento. Nel suo certificato, il veterinario ha indicato la sostanza che ha avvelenato il cane, la metaldeide, e il fatto che nei dintorni della casa sono state rinvenute esche messe subito a disposizione dell'Istituto zooprofilattico per le indagini del caso.