Un trentenne della città martire è finito nei guai. Il giovane è stato denunciato alla Procura della Repubblica, per detenzione illegale di munizioni. Proseguono senza sosta i controlli a tappetto degli agenti del Commissariato guidato dal vice questore Alessandro Tocco. Nel fine settimana gli agenti in collaborazione con le unità antidroga della Squadra Cinofili della Polizia di Stato di Napoli, nell'ambito della capillare e costante azione preventiva finalizzata a scoraggiare l'uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti, ha effettuato alcune perquisizioni domiciliari a Cassino.
In particolare gli uomini hanno concentrato l'attività alle cantine, box e spazi verdi dell'area residenziale del quartiere San Bartolomeo. Proprio nel corso della perquisizione, sono state rinvenute cartucce per pistola, illegalmente detenute dal trentenne. Controlli costanti e a 360° in tutta la città martire nelle ultime settimane. Un monitoraggio attuato proprio dal vice questore per prevenire e contrastare attività illecite, soprattutto tra i giovanissimi, che frequentano il centro e le periferie.