Simile refurtiva, stessa notte, di mira aziende di due territori limitrofi, Ferentino e Morolo. Non si esclude che ad agire possa essere stata la stessa banda. Nel bottino, attrezzi da lavoro, computer, furgoni e un camion. Quest'ultimo è stato ritrovato qualche ora dopo. È quanto accaduto nella notte tra domenica e lunedì in due stabilimenti, uno che si occupa di lavorazione in ferro, in via Casilina a Ferentino, al confine con Anagni, e l'altro nel comune lepino in via Morolense che si occupa di smaltimento e trattamento di rifiuti speciali e industriali. Su entrambi gli episodi indagano i carabinieri.
I raid sono stati compiuti dopo la mezzanotte.  Nell'azienda ferentinate i banditi, dopo aver scardinato un portone, hanno portato via numeroso materiale in ferro. Materiale che è stato caricato su un furgone, trafugato sempre dalla stessa attività industriale. Con il mezzo carico di quintali di ferro, i ladri sono fuggiti facendo perdere le loro tracce.
Il proprietario non ha potuto fare altro che constatare il colpo e segnalare il fatto agli uomini dell'Arma che hanno immediatamente avviato le indagini per cercare di dare un nome e un volto ai responsabili.
Simile furto a Morolo, sempre ai danni di un'azienda, da dove sono stati portati via un furgone, un camion, alcuni computer e materiale da lavoro.
Anche in questo episodio, il titolare, accertato il furto, ha sporto denuncia contro ignoti.  Immediatamente sono stati avviati tutti gli accertamenti del caso. Il camion, nella giornata di ieri, è stato ritrovato a Roma.  È caccia ai banditi e le indagini dei militari, di Morolo e Ferentino, proseguono per identificare la banda e capire se si sia trattato delle stesse persone, o ad agire siano stati due distinti gruppi.