Un ex compagno violento e ossessionato da un amore infranto. Un uomo che vuol far prevalere le sue ragioni, anche sentimentali, con la forza. Senza controllo. Atteggiamenti troppo insistenti e aggressioni anche fisiche, finite con l'arrivo della polizia e con una denuncia.

La vicenda

Un'altra storia di "maltrattamenti" sulle donne inizia di mattina, qualche giorno fa. La squadra volante del Commissariato di Cassino interviene nell'abitazione di una quarantenne che ha richiesto l'aiuto della Polizia dopo essere stata aggredita dal suo ex compagno. L'uomo, un cinquantenne del Cassinate, non si rassegnava. Non ha mai voluto accettare la fine di quella liaison d'amore nella qualche ha creduto fino all'ultimo. E, accecato dall'ennesimo impeto di gelosia, ha perso le staffe. Così ha aggredito la donna strappandole i vestiti e colpendola con i pugni al volto. Pare che a scatenare l'ira sia stata la presenza di un altro uomo all'interno della casa, chiamato per una riparazione.

Il cinquantenne aveva anche iniziato a tempestare la donna di telefonate, sms e chat, nella speranza che i "cocci" di quell'amore potessero ricomporsi. Ma, evidentemente, ogni diniego è diventato solo ulteriore benzina sul fuoco della rabbia. Così è stato denunciato dal Commissariato per lesioni personali e atti persecutori.

L'appello

La Polizia di Stato invita sempre a segnalare ogni episodio di violenza, ricordando che dall'inizio dell'anno è stato adottato il protocollo E.V.A. (Esame delle Violenze Agite), che consente agli equipaggi di Polizia,  chiamati dalle sale operative, di intervenire su casi di violenza domestica, verificando in tal modo se ci siano stati altri episodi in passato nello stesso ambito familiare. Attraverso la compilazione di una check list, anche in assenza di formali denunce, spesso impedite dalla paura di ancor più gravi ritorsioni, si possono tracciare situazioni di disagio con l'obiettivo di tenerle costantemente sotto controllo e procedere all'arresto nei casi di violenze reiterate. Una mano in più tesa nei confronti delle donne.