Prostitute, ma non solo. Maxi controlli nell'area industriale da parte della questura di Frosinone. Giovedì, il capoluogo ed i paesi nei dintorni sono stati interessati da un servizio straordinario di controllo, finalizzato alla prevenzione ed al contrasto della prostituzione, ma anche di reati di natura predatoria e dello spaccio di sostanze stupefacenti. Sono stati impiegati gli agenti delle volanti, della squadra mobile, dell'ufficio immigrazione con il gabinetto provinciale di polizia scientifica, della polizia stradale, della polfer di Frosinone, nonché le pattuglie del reparto prevenzione crimine Lazio. Il servizio è stato coordinato dal dirigente delle volanti Flavio Genovesi.
Nel corso dei controlli, nelle adiacenze della stazione di Morolo, è stata identificata una prostituta nigeriana di 24 anni. Da un riscontro nella banca dati, la donna era destinataria di un decreto di espulsione. Accompagnata in questura per gli accertamenti, per la giovane è stato emesso un nuovo ordine di abbandono del territorio nazionale.
Dopo i servizi antiprostituzione, l'attività di polizia è proseguita con la vigilanza statica e dinamica. Nel corso dell'attività sono state denunciate quattro persone. La prima è una 31enne frusinate, denunciata in seguito ad un incidente stradale in cui è rimasta coinvolta: è risultata positiva al test dell'etilometro. In conseguenza di ciò, è stato disposto il ritiro della patente e il sequestro del veicolo. Per guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti è statoi denunciato un 38enne di Alatri. Sorpreso con una mazza in auto e denunciato un altro uomo residente ad Alatri. Si tratta del conducente di una berlina, di 47 anni, che mostrava segni di insofferenza al controllo. Gli agenti delle volanti, nel corso della perquisizione del mezzo, hanno sequestrato un bastone di legno lungo 83 centimetri, tipo manico di ascia.
Un 47enne del capoluogo, sottoposto alla misura della sorveglianza speciale, è stato sorpreso in strada nell'orario in cui il provvedimento lo obbligava alla permanenza in casa. Anche per lui è scattata una denuncia.