Fiamme che invadono le strade, incendi che bruciano da giorni e abitazioni in pericolo. Il Cassinate continua a essere stretto nella morsa degli incendi, anche ieri diversi i roghi hanno colpito i territori di Piedimonte, Pontecorvo e Cervaro, intanto continua a bruciare da giorni in boschi a Colle San Magno dove solo l'intervento tempestivo dei vigili del fuoco ha evitato una tragedia in una masseria.

Corsa contro il tempo

Tra le situazioni più critiche quella registrata sulla strada provinciale che collega Cervaro con Viticuso, poi chiusa la traffico per tutta la notte. Uno scenario infernale: fiamme e fumo hanno invaso la carreggiata costringendo i soccorsi agli straordinari per domare le alte lingue di fuoco. Sul posto ci sono i carabinieri, i vigili del fuoco di Cassino e i volontari della protezione civile della Protec e dei Vds. A sostegno anche un elicottero e un canadair. Situazione critica anche nella contrada Tordoni a Pontecorvo dove un vasto incendio per poco non ha coinvolto delle abitazioni, dopo intero pomeriggio di interventi i vigili del fuoco e la protezione civile ha domato le fiamme e messo in sicurezza diverse case della zona.

Tre giorni di fuoco

Continua ad ardere l'incendio che da tre giorni sta divorando la montagna tra Castrocielo e Colle San Magno. Divampate lunedì sera - alle 20.30 a Castrocielo in località Teleferica, poco più in alto del borgo di Villa Eucheria - le fiamme hanno oltrepassato la cima della montagna e da martedì stanno bruciando anche i boschi di Colle San Magno. La zona più colpita è "La Mandra" dove da giorni vigili del fuoco (ieri è arrivata a supporto anche una unità da Alatri) e la protezione civile di Castrocielo, Piedimonte, Cassino e Colfelice con il supporto degli elicotteri e del canadair. La situazione è diventata critica nel pomeriggio di ieri quando le fiamme hanno circondato minacciosamente una masseria ai confini con Piedimonte. All'interno tanti animali. Il peggio è stato evitato solo grazie ai soccorsi tempestivi. «La situazione resta difficile, anche se in serata è migliorata, ci vorranno giorni prima di riuscire a spegnere tutti i focolai», il commento del sindaco di Colle San Magno, Antonio Di Adamo.