Entro dieci giorni le imprese che stanno lavorando all'interno del cantiere dello stadio "Benito Stirpe" completeranno le opere di propria competenza, per cui, al massimo per il 2 settembre l'impianto dovrebbe essere ultimato.

Resta, quindi, confermata la volontà già espressa dal Frosinone Calcio di esordire nel nuovo impianto di viale Olimpia il 16 settembre nella gara interna contro il Bari, anche se le possibilità che ciò avvenga sono stimate intorno al 40%. Molto dipenderà sotto questo di vista dalla tempistica dei collaudi, buona parte dei quali è stata già portata a termine. Non si andrà, comunque oltre il 30 settembre, data in cui è previsto il match tra i giallazzurri e la Cremonese.

Essendo questo lo scenario, slitta inevitabilmente l'inaugurazione di carattere istituzionale che era stata pensata per il 30 agosto alla presenza, fra gli altri, del presidente del Coni Giovanni Malagò. Una data plausibile per l'inaugurazione ufficiale dello stadio viene indicata tra il 20 e il 30 settembre. Due sono le ipotesi in ballo: o un evento prettamente sportivo o qualcosa di più eterogeneo allargato a uno o più spettacoli. In società stanno lavorando alacramente alla stesura del programma della giornata e, la settimana prossima, qualcosa sui dettagli si dovrebbe sapere. L'unica cosa certa è che sarà un qualcosa pensato per i tifosi e apprezzato dai supporter giallazzurri.

Tornando ai lavori, dopo il montaggio dello scheletro della copertura, gli operai stanno procedendo all'assemblaggio dei pannelli di isopan sulla struttura. Non solo. L'attenzione in queste ore si è concentrata anche sull'allestimento delle aree esterne e degli ambienti interni. Nella "pancia"della tribuna i lavori sono a buon punto e non sono molto lontani dal completamento. Per gli spogliatoi, ad esempio, mancano solamente gli arredi, mentre per le altre aree si è proprio ai dettagli. Già completati gli altri settori e l'installazione delle torri faro su cui sono state effettuate anche le prove di carico.

La nuova casa dei leoni giallazzurri avrà una capienza di 16.125 spettatori (63 posti per persone con disabilità), di cui 3.808 da ospitare nella tribuna centrale ristrutturata (18 i portatori di handicap) e 12.317 nel semianello formato da tribune metalliche disposte su 18 di file, con un settore rettilineo frontale e parallelo alla tribuna centrale, composto da "tribuna distinti"(4.517 spettatori, 17 posti per i disabili), da due settori contrapposti, ortogonali alla due tribune "centrale" e "distinti", individuati come "curva nord" (3.920 posti a sedere, 17 per i portatori di handicap) e "curva sud" (2.845 spettatori, 11 per persone con disabilità), e un settore ospiti (1.035 posti).

In ordine alla logistica, i parcheggi degli ospiti saranno realizzati all'interno dell'area a parcheggio dell'adiacente palazzetto, mentre i parcheggi dei tifosi locali saranno dislocati in vari punti della città, limitrofi allo stadio per permettere agli stessi l'arrivo con mezzi pubblici o a piedi per un totale complessivo del piano parcheggi di 2.970 posti auto e 16 posti autobus. Internamente all'anello di viale Olimpia saranno ricavati altri 300 stalli per la sosta. In ultimo nel locale della ex guardiania saranno allocati la biglietteria e il Frosinone Point. Una struttura pensata per le famiglie che è diventata un modello per altre realtà in tutta Italia.