Notte di fuoco a Sora. Ora l'allarme sta lentamente rientrando grazie all'arrivo di un elicottero alle 7.30. Sul posto polizia locale, vigili del fuoco , membri dell'amministrazione comunale e protezione civile. L'elicottero è arrivato alle ore 7.30.

"Con un tempismo progressivo e studiato una regia vile e scellerata ha prodotto danni incalcolabili al nostro patrimonio boschivo. Fino alle prime luci dell'alba a scongiurare che fossero interessate le abitazioni e la pubblica incolumità. Ringrazio i Vigili del Fuoco, Protezione civile, Carabinieri e Forestale, Polizia Municipale che hanno prodotto il massimo sforzo per limitare i danni in condizioni davvero proibitive. Contro la barbarie della criminalità e della mancanza totale di senso civico contrapponiamo la solidarietà delle istituzioni e di una comunità ferita pronta sempre a reagire". Queste le parole del sindaco di Sora De Donatis.

Non si fermano le fiamme sulle montagne di Sora: il rogo sta interessando una vasta area e sta mettendo in pericolo anche alcune abitazioni di via Forca. Sul posto vigili fuoco e protezione civile.Sul posto anche il sindaco Roberto De Donatis, il vice sindaco  Baratta e il delegato alle manutenzioni Caschera con il comandante della polizia locale De Cicchi. Partito il modulo anti incendio. In meno di un'ora utilizzati 400 litri di acqua. Il fuoco avanza su tre punti, allarmata la cittadinanza. In arrivo nuova squadra dei vigili del fuoco da Frosinone per monitorare zona passionisti dove la situazione è critica. Allarmato anche padre Salvatore. 

di: La Redazione

Un violento incendio si è propagato, in serata, sulle montagne di Sora. Un primo focolaio ha interessato la pineta di Sant'Angelo, nella zona dei Passionisti. Subito dopo un altro rogo è divampato alle spalle della chiesa della Madonna delle Grazie. Immediato l'allarme lanciato ai vigili del fuoco che sono intervenuti sul posto insieme ai volontari della protezione civile per domare le fiamme. 

di: Enrica Canale Parola