Ha ripreso ad ardere ancora la montagna di Colle San Magno che per quasi 48 ore è stata interessata dall'incendio che ha reso necessaria persino la chiusura della strada provinciale, quella che collega a Roccasecca. Il fuoco, quasi sicuramente appiccato da una mano vigliacca, è ripartito lasciando i vigili della 3A turno D sul posto senza ausilio e senza supporto aereo. All'opera anche i volontari della Protezione civlle, che si stanno dividendo tra decine di emergenze. 

Altro grave incendio, poco fa, alla curva di Scannacapre al Giglio di Veroli. Anche in questo caso, come nel 99 per cento degli  incendi di questo periodo, probabilmente c'è la mano di un piromane.

In diversi casi le fiamme si stanno avvicinando pericolosamente alle abitazioni.