Quanti appartamenti hot si trovano nascosti nei condomini di una cittadina di provincia che ha "ricchezze" degne di una metropoli? Soldi che ancora girano e baricentro tra Roma e Napoli ma anche intersezione tra sud Pontino e versante abruzzese, a due passi dal Molise. Una posizione geografica che ha fatto la fortuna dei commercileciti e di quelli sporchi. Una meta ambita dal malaffare che "alloggia" piacevolmente in questo angolo di paradiso dove la pianta dell'illecito guadagno fiorisce più che altrove. Ma non è solo la droga a reggere lo scettro del malaffare, c'è pure un vasto giro di prostituzione.

A capo del business
Appartamenti a luci rosse dove, nell'ultimo mese, hanno bussato gli agenti del commissariato di polizia applicando diverse misure che vanno da alcuni fogli di via o inviti alla regolarizzazione della posizione per le "signorine" fino a denunce per favoreggiamento a tre soggetti ritenuti a capo di uno dei ricchi "giri" che terrebbe le fila di diverse case nel centro. Sono tutti insospettabili, che svolgono lavori normali in città, e tra questi ci sarebbe addirittura un commerciante con compiti nevralgici all'interno del sodalizio. Si scava per stabilire le posizioni dei vari soggetti - appartamenti a questo o a quel gruppo - che fanno arrivare le "lucciole" in città: c'è un'accurata selezione e trattativa che parte dal web e continua per telefono.

La trattativa
Basta scorrere sui siti di annunci dedicati, in alcuni casi sono proprio le ragazze a mettere "messaggi" relativi alla ricerca di un alloggio a Cassino e dintorni. Vengono contattate e si stabiliscono le tariffe settimanali: si va dai 300 ai 350 euro. Oltre mille euro al mese per signorina, e ce ne sono tre o quattro per casa. Nel "giro" hot c'è sempre un accompagnatore - magari di bell'aspetto e altrettanto insospettabile - che cura i movimenti e qualcun'altro che tiene sotto controllo la situazione e il rispetto degli accordi nell'intero periodo di permanenza. Sì, perché le meretrici restano in città per brevi periodi, poi c'è il ricambio. Nel frattempo gli affari fioccano. Possono guadagnare finanche 1.000 euro al giorno. Da riscontri investigativi è emerso che possono arrivare a inserire in agenda anche dieci appuntamenti a una tariffa di 100 euro a prestazione.

Il mercato... immobiliare
Abitazioni, a Cassino come in altre zone d'Italia, che vengono suddivisi in mini appartamenti per favorire più alcove. Immobili che in normali condizioni di mercato possono fruttare 500-600 euro, arrivano a far intascare 3-4000 euro. Ecco perché è presumibile che i riflettori siano puntati anche su affittuari e proprietari, ipotizzando - come confermato dagli inquirenti qualche settimana fa nel dopo il primo blitz - che spesso possano essere figure differenti. Un mondo nel quale sta indagando la polizia di Stato e che - qui come altrove - fa scorrere fiumi di soldi. Inimmaginabile il flusso. Inimmaginabili pure parecchie location, perse nei meandri di palazzine del centro altrettanto insospettabili. Città come campagna, zona stazione come corso principale: il mercato del sesso non fa differenze. Diverse le segnalazioni dei residenti. Indubbio il "disturbo" che la fila di clienti (giovani, anziani, ragazzini) può arrecare, dalla presenza sul pianerottolo agli errori nel citofonare. Spesso è l'esasperazione dei cittadini ad aiutare le forze dell'ordine a scucire la trama a luci rosse.