Sanzioni non riscosse per 820mila euro. A tanto ammonta la (notevole) cifra che non è stata mai introitata dal Comune relativa alle multe elevate, nel corso degli ultimi anni, dal corpo della Polizia municipale per infrazioni al codice della strada. La denuncia parte dal movimento civico "Alatri in comune", che riflette su alcune voci del bilancio comunale e punta il dito, ancora una volta, verso le difficoltà dell'ente pubblico a riscuotere le entrate. Dal punto di vista tecnico, risultano come "residui attivi" che si trascinano da molto tempo; dal punto di vista pratico, molti aspetti si mescolano tra di loro: alla suddetta incapacità di incassare gli importi, si aggiungono i soliti "furbetti" che si nascondono e coloro che non possono pagare. Il risultato è che, negli anni, la somma è lievitata e una parte (quanto?) della stessa potrebbe essere finita in prescrizione e, dunque, non verrà mai più riscossa.

I numeri

Per capire, ancora di più, l'entità del fenomeno, basta dire che nel primo semestre del 2017 sono state comminate 684 sanzioni per una cifra accertata di 115.854,42 euro; le riscossioni arrivano a 49.537,70 euro, ossia meno del 43%. Il consigliere comunale di "Alatri in comune", Tarcisio Tarquini, ha parlato con accenti molto preoccupati della questione: «Non è un problema da poco quello dei crediti che, con il passare del tempo, diventano inesigibili e ingessano il bilancio, impedendo di mettere risorse su settori essenziali». E ha continuato: «È mancata una visione complessiva della problematica e una politica di recupero. Un esempio? Le sollecitazioni a pagare. È chiaro che molti, mai rincorsi, non hanno versato il dovuto». Per provare ad ovviare a questa situazione, grazie ad una determina del comandante della Polizia municipale si affiderà l'incarico delle riscossioni ad una società privata. L'intento è quello di riprendere quelle cifre che, per il momento, sono soltanto presenti sulla carta. Sono soldi (e non pochi) che mancano materialmente al bilancio (pur se formalmente inserite), alle casse del Comune, alla viabilità, all'intera città.