Ore di angoscia e di disperazione nella piccola frazione di Civita San Nicola a Collepardo, dove ieri, a causa della scomparsa per diverse ore della giovane Sonia Veglianti, di 19 anni, studentessa al liceo artistico "Anton Giulio Bragaglia" di Frosinone, l'intero paese ha vissuto momenti di angoscia. La ragazza dopo è rientrata a casa da sola attorno alle 21.30, facendo così tirare un sospiro di sollievo alla famiglia e alle forze dell'ordine.

La cronaca della giornata

Una storia quindi andata a buon fine, ma sono state ore di vera paura. Stando alle prime ricostruzioni, la ragazza si sarebbe allontanata dalla propria abitazione nella notte tra mercoledì e giovedì per ragioni ancora da chiarire con precisione; ieri mattina avrebbe dovuto presentarsi a scuola per sostenere la prova orale degli esami di stato, ma nel capoluogo non è mai arrivata. A dare l'allarme è stata la famiglia della giovane che, nelle prime ore di ieri, ha notato l'assenza della figlia. Una volta allertati, i carabinieri della stazione di Alatri, immediatamente sono partite le ricerche ed è stato attivato il piano provinciale della Prefettura per le persone scomparse: sul campo gli stessi militari coordinati dal maggiore Antonio Contente, la Polizia municipale di Collepardo, i tecnici del Soccorso Alpino delle stazioni di Collepardo, Cassino e Latina, una squadra è giunta da Roma mentre un'unità cinofila è arrivata dalla stazione di Rieti, presenti anche un elicottero e tanti volontari che, con il passare delle ore, si sono uniti ai soccorritori nella speranza di ritrovare la 19enne. Velocissimo anche il tam tam sui social network.
Tutta la zona di Civita San Nicola è stata battuta con attenzione palmo a palmo, comprese le vaste aree boscose della frazione, ma della studentessa nessuna traccia, come se si fosse volatilizzata. Le operazioni sono continuate finché le condizioni di luce lo hanno consentito. Poi in tarda serata la buona notizia.