Per lei era il terzo concerto del suo idolo musicale. Per lui è stata l'occasione di incontrare la ragazza che avrebbe voluto corteggiare. Insieme hanno dato vita a un caso mediatico da social, tanto che adesso sono diventati famosi. Almeno per il popolo della rete. Lei è Lucia Sofia Petricca, 26 anni di Sora, laureata in lettere, con indirizzo Teatro e spettacolo.

Per qualche tempo ha fatto la hostess a Roma e venerdì scorso, insieme a una sua amica, era allo stadio Olimpico per il concerto di Tiziano Ferro. Accanto a lei, sul prato, una comitiva di ragazzi sardi tra i quali il romano Matteo D., che non le ha staccato gli occhi di dosso e quando ha iniziato a piovere l'ha invitata a ripararsi sotto il suo K-way. Lei ha continuato a ballare e cantare. Poi più nulla: lo spettacolo è finito e Matteo ha perso di vista quella bella ragazza con gli short di jeans, gli occhiali e le Converse. Ha scritto una lettera e l'ha inviata al "The Roman Post": è diventata virale tanto che Tgcom 24 ha trovato la "Giulietta" in questione. A Sora. Lei, Lucia (una promessa sposa altrettanto famosa), non ha saputo nulla fino a quando l'amica, che era al concerto con lei all'Olimpico, non le ha detto che tutto il web la stava cercando.

«Sono stata bersagliata di chiamate e messaggi - racconta la ventiseienne - e così mi sono sentita in dovere di ringraziare Matteo per quel corteggiamento. Ma io sono sentimentalmente impegnata e più che un ragazzo sto cercando un lavoro». Nessun lieto fine, dunque: il cuore della sorana batte per un altro. E pensare che Matteo D. a quel concerto non ci doveva neanche andare: «È stato un puro caso - racconta il ventisettenne romano che studia Scienze motorie, insegna in palestra e fa il barman - Dovevo fare una serata che, poi, è saltata e alcuni miei amici sardi mi hanno convinto a unirmi a loro. Quella lettera, di cui molti hanno criticato un errore grammaticale (erano le cinque del mattino e stavo morendo di sonno!), ha fatto il giro del web e io non mi aspettavo tutto questo clamore. Ho semplicemente chiesto al "The Roman post" se mi potevano aiutare: ed ecco cosa si è scatenato!». Quanto al futuro non si esprime: «Certo che vorrei conoscerla - afferma - Ma come dico sempre: se son rose fioriranno. Altrimenti sarà solo primavera!».