Doppio blitz dei carabinieri dei Frosinone. In manette sono finite due persone. Ora si trovano rinchiuse in carcere.
La prima operazione, messa segno dagli uomini dell'Arma nella mattinata di ieri, ha riguardato l'arresto di un 42enne campano, accusato di associazione mafiosa. Le manette sono scattate in esecuzione ad un ordine di cattura emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli. Il provvedimento è scaturito dopo che è stata accertata la colpevolezza dell'uomo, relativamente a reati di associazione camorristica commessi in concorso con altre persone 2012. L'arrestato, dopo il blitz, è stato rinchiuso nella casa circondariale del capoluogo ciociaro.
La seconda operazione dei carabinieri, nel pomeriggio di ieri, si è resa necessaria per assicurare alla giustizia un 41enne del capoluogo (già censito per reati concernenti gli stupefacenti, il patrimonio e la persona), a seguito di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Vercelli.
La decisione è stata assunta dal giudice del centro piemontese per via di una serie di atteggiamenti persecutori poste in essere da un frusinate nei confronti dell'ex convivente e di un amico di quest'ultima, in provincia di Alessandria, dove entrambi risiedono. L'uomo, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale del capoluogo ciociaro.