Era il 14 giugno scorso quando gli uomini della Squadra Volante della Questura intervenivano presso la sede di un Ufficio Postale del capoluogo a seguito della segnalazione del Direttore per due donne intenzionate ad aprire un conto corrente con documentazione "sospetta". Le responsabili furono arrestate in quanto trovate in possesso di numerosi documenti falsi.

Le indagini, però, non si sono fermate e dalla documentazione sequestrata è emerso il coinvolgimento di un cinquantottenne che aveva tentato di aprire un conto corrente in un Ufficio Postale della Provincia esibendo carta d'identità e codice fiscale falsi. L'uomo è stato identificato, rintracciato e per lui questa mattina è scattata la denuncia.