Ancora boati sotterranei a Cassino. La gente continua a postare sui social le segnalazioni ma solo in alcune aree del centro urbano. In altre non c'è stato il minimo sentore. Il primo evento, abbastanza forte, è stato avvertito perfino dai monaci di Montecassino. Ugualmente nel palazzo municipale."Sì, l'ho avvertito anche io" ha dichiarato il sindaco di Cassino D'Alessandro che era in Comune.

"Sembrava un terremoto. Era molto forte. Ma gli esperti mi hanno appena smentito la natura sismica del fenomeno". C'è una stazione, in fase di avviamento, che ha iniziato a fare rilevazioni sui terremoti del territorio. Poco fa gli addetti hanno confermato che non si tratta di un evento sismico perché la rilevazione, negli orari in cui si è registrato il movimento della terra, era di poco superiore allo zero. "Le ragioni di questo fenomeno - ha detto il sindaco - possono essere varie. In primis le falde acquifere in movimento. Domani faremo altri accertamenti". Alcuni, intanto, hanno ipotizzato che tutto possa essere ricondotto alle falde acquifere sotterranee in movimento. Ma si tratta di congetture che vanno verificate e acclarate. E con il buio della notte i timori si ingigantiscono. 

Nel frattempo la gente sta riversando la propria paura sui social, Facebook in specie. Si scambiano impressioni e si cercano informazioni e in molti per la paura sono scesi in strada. Insomma, per Cassino e per le zone limitrofe si profila una lunga e angosciante notte di paura.

PRIMA RICOSTRUZIONE - LEGGI QUI

L'AGGIORNAMENTO - LEGGI QUI