Settantadue ore di controlli, notte e giorno, per evitare nuovi episodi legati alle risse tra stranieri. Tre giornate in cui i carabinieri della compagnia di Cassino hanno deciso di presidiare i parchi e i luoghi "caldi" dove si ritrovano gli extracomunitari sia per dare un segnale di sicurezza e di vicinanza alla gente sia per evitare che possano continuare gli episodi di violenza. Di fronte alla ultime e sanguinose aggressioni, anche alla villa comunale, la risposta dell'Arma è stata puntuale. E le verifiche massicce, a ogni angolo e, soprattutto, nei luoghi "caldi" continueranno ancora a lungo.