Prostitute a domicilio: l'altra frontiera dello scandalo. Se siamo abituati ai pendolari del piacere, quelli che raggiungono la Consortile Fiat anche da fuori regione per qualche momento di piacere, Cassino non si fa mancare neppure l'elemento di novità e in controtendenza: le prostitute che dalla città martire si spostano a casa dei clienti. Anche in altre province.

Gli episodi sono diversi, tutti al vaglio degli inquirenti, che cercando di risalire agli "organizzatori" delle gite hot fuori porta. Nello scorso mese di aprile sotto la lente era finito un trentaquattrenne originario di Minturno (ma residente a Firenze) proprietario di un immobile nel Pontino trasformato in luogo di trasgressione: era in quella palazzina che le prostitute cassinati - con un loro tassista "di fiducia" - si trasformavano in lucciole a domicilio. Fino all'intervento delle forze dell'ordine che hanno messo le mani sulla casa a luci rosse, lontana da occhi indiscreti.