Sconcerto tra i dipendenti dell'assessorato ai Servizi sociali di Cassino. A poche ore dal terribile episodio registrato negli uffici di Cassino i dipendenti si sono detti atterriti: "C'è stato un fuggi fuggi generale. Ci siamo chiusi nelle nostre stanze. Abbiamo temuto il peggio". Queste le testimonianze choc dei presenti, abituati a continue aggressioni. "Quella di oggi è stata una delle esperienze peggiori" hanno continuato i dipendenti.

A rischiare davvero grosso è stato il dottor Matera che è riuscito a difendersi con una sedia. A dare in escandescenze è stato un uomo di 50 anni che ha seminato il panico distruggendo persino la porta di un ufficio.

Terrore ai servizi sociali. Un cinquantenne semina il panico e aggredisce per una bolletta l'assistente sociale Matera che si barrica e si difende con una sedia. Una scena da brivido quella che si sono trovati a fronteggiare i dipendenti del settore. L'uomo ha aggredito il dottor Matera per il preteso pagamento di una bolletta: ha scavalcato la porta interna e con un piede ha distrutto il vetro dell'ufficio cercando di entrare ed aggredire l'assistente sociale. Poi l'intervento di vigili, carabinieri e polizia che hanno riportato la calma. Sul posto si sono portati anche l'assessore Leone e il Sindaco. 

SEGUONO AGGIORNAMENTI

di: La Redazione