Guidava senza patente. Fermato ad un normale posto di blocco e scoperta la sua grave mancanza, per evitare il verbale e le altre conseguenze derivanti dalla guida senza titolo, non ha trovato di meglio da fare se non fornire le generalità del fratello. Quest'ultimo, però, 32 anni di Sora, all'arrivo al suo domicilio del verbale della polizia, senza pensarci su un minuto di più si è recato presso gli uffici della Questura ed ha denunciato l'accaduto agli agenti del Commissariato, dichiarandosi estraneo ai fatti che gli venivano contestati. A quel punto sono scattate le indagini che in poco tempo hanno permesso di ricostruire l'accaduto. 

Per l'uomo che aveva fornito le false generalità, un 39enne anche lui di Sora, è così scattata la denuncia con l'accusa di sostituzione di persona e per la guida senza patente. 

I fatti risalgono al mese di febbraio scorso quando il 39enne era stato fermato in un posto di controllo a Cassino, a bordo di un veicolo intestato ad un frusinate, e aveva fornito le generalità del suo congiunto, il fratello più piccolo, di 32 anni,  per eludere la sanzione per mancanza di titolo idoneo alla guida, in quanto la sua patente era scaduta nel 2010.

La Squadra Volante della Questura ha denunciato pertanto  il 39enne per i reati di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico, sostituzione di persona e falsa attestazione  a Pubblico Ufficiale sulla identità personale.