Era andato a mangiare una pizza con gli amici, lui che di mestiere faceva proprio il pizzaiolo. Ma già si sentiva poco bene, ha pensato forse all'influenza o a un colpo di caldo, ma il dolore non passava e appena si è accomodato al tavolo con i suoi amici ha accusato un malore. Si è alzato per prendere una boccata d'aria e si è accasciato. Piero Chianese, quarantasei anni, non si è più ripreso. È rimasto così, nonostante tutti i tentativi del personale sanitario per rianimarlo.

L'uomo, originario del Casertano, aveva girato tanto per lavoro, e aveva vissuto per alcuni anni anche in Germania. Era separato e lascia due figlie meravigliose. Appena avuto il malore l'uomo è stato trasportato fuori, un ragazzo, che era seduto a cena con gli amici ha prestato i primi soccorsi, lui specializzando in medicina, non ci ha pensato due volte a iniziare il massaggio cardiaco. L'auto medica è arrivata quasi subito, e l'autoambulanza, che è dovuta arrivare da Pontecorvo, ci ha messo una mezzora.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Cassino, guidati dal maggiore Silvio de Luca, ai quali si sono aggiunti anche gli agenti del Commissariato coordinati dal vice questore Alessandro Tocco. La strada del centro, via Enrico De Nicola, è stata chiusa all'altezza dell'incrocio con piazza Corte. Le persone si sono assiepate intorno ai soccorritori e a Pietro.

Più passava il tempo e più serpeggiava l'idea che quell'omone dal sorriso buono non ce l'avrebbe fatta. Ma i sanitari non hanno mollato un attimo, per ore hanno continuato con il massaggio cardiaco, con l'adrenalina, un intervento stoico. Il giovane che aveva prestato il primissimo soccorso non si è allontanato restando a disposizione. Alle 23.15 circa i sanitari hanno capito che non c'era più niente da fare, hanno sospeso il massaggio cardiaco e hanno dichiarato il decesso.

Sulla salma dell'uomo è stato disposto dal dottor Bulgarini Nomi, sostituto procuratore del Tribunale di Cassino, un esame esterno. Cause naturali. Resta solo il dolore di due bambine che non avranno più il padre accanto e delle decine di amici che fin dalla scorsa notte hanno lasciato messaggi sul profilo social di Piero.