Un assalto in piena regola, studiato nei minimi dettagli, rapido e fruttuoso. È stata davvero grande la paura ieri mattina, intorno a mezzogiorno, nella filiale dell'Istituto di Credito Valtellinese di Sora, tra viale San Domenico e via Napoli, preso di mira da un gruppo di rapinatori armati di taglierino.

Atterriti i clienti che in quel momento erano all'interno e i dipendenti della banca. L'allarme è stato immediato. Sul posto si sono precipitate le forze dell'ordine che hanno attivato immediatamente le indagini.

I banditi erano in tre, tutti molto giovani e con uno spiccato accento campano, tra i venti e i venticinque anni, che durante l'orario di punta si sono intrufolati nella banca creando il panico tra i presenti. Armati di taglierino, hanno minacciato i dipendenti urlando, quindi hanno arraffato il denaro nelle casse e sono fuggiti a bordo di una Fiat Punto. Secondo una prima stima, il bottino sarebbedi poco inferiore ai quarantamila euro.

Subito impegnati nelle indagini gli agenti del Comando di Polizia di Sora, che hanno effettuato rapidamente diversi posti di blocco, fino a ieri sera senza esito. Grande lo spavento per dipendenti e clienti che sono rimasti pietrificati davanti alla scena che si stava consumando sotto i loro occhi. Il suono delle sirene delle volanti della Polizia hanno allarmato l'intero quartiere e in molti si sono avvicinati alla banca per seguire da vicino le prime concitate fasi delle ricerche.

La sede dell'Istituto di Credito Valtellinese (Credito Artigiano) è rimasta chiusa al pubblico ieri pomeriggio per consentire agli inquirenti di rilevare tracce e raccogliere testimonianze. La filiale è ubicata in un punto nevralgico della città, a ridosso di tre scuole che ieri erano impegnati nei saluti di fine anno. Traffico inevitabilmente in tilt, complice anche il giorno del mercato settimanale. Ora è caccia aperta ai banditi.