Oltre 400 pendolari sono fermi da circa un'ora sotto il sole cocente all'altezza della stazione ferroviaria di Sgurgola, dentro vagoni senza aria condizionata e ormai trasformatisi in veri forni. Il treno sul quale viaggiavano e che li stava riportando a casa si è improvvisamente bloccato per un guasto tecnico o, secondo altre fonti, per un principio di incendio.

La situazione ha immediatamente creato il panico tra i viaggiatori: dopo l'iniziale spavento per le porte bloccate, si sono riversati fuori dal convoglio. Viste le alte temperature con il termometro ben oltre i 30 gradi, diverse persone, fra cui pare anche due bambini, hanno accusato malori. E' quindi scattato l'allarme e sul posto si sono portate diverse ambulanze provenienti dai nosocomi prossimi alla stazione e alcune squadre dei Vigili del Fuoco di Frosinone.

Il personale sanitario sta provvedendo a soccorrere i viaggiatori colpite da malore o in stato di sofferenza, mentre i vigili del fuoco stanno rifornendo di acqua potabile i pendolari, dando loro bottigliette e usando gli idranti in dotazione alle autobotti. Sul posto sta atterrando ora il Pegaso 33 del 118 con medico a bordo, un infermiere e il tecnico del Cnsas per il bambino in sofferenza. La situazione è ancora molto critica e si sta aspettando che il personale delle Ferrovie provveda a riparare il guasto per far ripartire il convoglio.

(SEGUONO AGGIORNAMENTI)