Balle di fieno sui campi avvelenati, sequestri e prime denunce. Dopo le segnalazioni degli ambientalisti e una lunga battaglia per ribadire la necessità di far rispettare l'ordinanza sindacale con cui si è fatto espresso divieto di coltivare alcunché in quel lembo di terra ormai tristemente noto come la zona "delle acque rosse", sono scattati i primi provvedimenti. Due gli agricoltori denunciati a piede libero e ben oltre una dozzina le balle di fieno "a rischio" sottoposte a sequestro.

Pugno di ferro

Pugno di ferro contro i trasgressori. Gli avvertimenti ci sono stati, le costanti battaglie degli ambientalisti - con Edoardo Grossi sempre in prima linea - hanno fatto da megafono a un timore affatto infondato: forse è per questo che dopo la seconda notifica da parte degli amministratori ai proprietari dei terreni off limits in località Pantanelle, proprio il primo cittadino di Sant'Elia ha convocato un
incontro in Comune. Per ribadire che non sarebbe stata ammessa alcuna trasgressione e per tranquillizzare, allo stesso tempo, che Sant'Elia non è una nuova"Terra dei Fuochi". Cuozzo ha poi sottolineato che ben oltre l'area sottoposta a indagini minuziose da parte dei tecnici dell'Arpa e di quelli dell'istituto di Geofisica e Vulcanologia, esistono campi sani e a perdita d'occhio. Qualcuno, però,
ha fatto orecchie da mercante e ha continuato a raccogliere fieno proprio sui campi vietati. A scoprire i trasgressori sono stati i carabinieri della Compagnia di Cassino coordinati dal maggiore De Luca e dal tenente Grio e i vigili urbani di Sant'Elia: un fronte comune, in nome della tutela della salute pubblica. Il rischio maggiore, in attesa dei risultati delle analisi, è proprio quello di compromettere la filiera alimentare. «La legge è uguale per tutti. È importante che venga ribadito questo concetto, come pure che ben oltre l'area di Pantanelle per cui abbiamo richiesto l'analisi all'Arpa anche del terreno, Sant'Elia è un territorio sano. E non a rischio. Un plauso alle forze dell'ordine, sempre in prima linea», ha sottolineato il sindaco Fernando Cuozzo.