Furto in un negozio di generi alimentari, scattano subito tre denunce. Nella giornata di venerdì i carabinieri della stazione di Frosinone Scalo hanno chiuso il cerchio intorno all'autore del colpo e dei complici che avevano ricettato la merce. Al termine delle indagini conseguenti alla denuncia della titolare dell'attività commerciale, sita sulla Monti Lepini, hanno denunciato un 26enne del capoluogo, con l'accusa di essere responsabile del furto dei soldi, trovati nella cassa, e dei generi alimentari esposti alla vendita. L'uomo, nottetempo, in compagnia di un complice, dopo aver infranto la vetrina dell'attività commerciale, accedeva all'interno dei locali portando a termine il suo piano.

Tuttavia, la conoscenza del territorio e delle persone che vi vivono consentivano ai militari dell'Arma di selezionare una rosa di possibili sospettati. Veniva così individuato il presunto autore, riconosciuto attraverso la visione delle immagini estrapolate dall'impianto di videosorveglianza. Le immediate attività poste in essere dai carabinieri consentivano inoltre di eseguire mirate perquisizioni presso le abitazioni di altri due pregiudicati, una donna di 35 anni ed un uomo di 39 anni, i quali detenevano in casa parte della refurtiva. Inoltre nel domicilio dell'uomo veniva trovata altresì una carabina ad aria compressa illegalmente detenuta. Al termine dell'attività, i militari dell'Arma hanno così denunciato la donna per il reato di ricettazione e, per lo stesso reato, nonché per detenzione abusiva di armi, l'uomo. La refurtiva è stata pertanto recuperata e riconsegnata alla commerciante, legittima proprietaria, mentre l'arma è stata posta sotto sequestro a disposizione dell'autorità giudiziaria.