Si sono svolti oggi pomeriggio a Ceprano alle 16.30, presso la Collegiata di Santa Maria Maggiore, i funerali di Felice Lisi. Il giovane, di soli 24 anni, è stato ucciso venerdì mattina nella sua abitazione di via Guardaluna, sempre a Ceprano, dove da qualche tempo viveva con la sua compagna, la 27enne Pamela Celani. Centinaia le persone che si sono strette al feretro del ragazzo per tributargli l'ultimo saluto. 

Toccanti le parole del parroco per un giovane segnato da una vita travaglia e difficile. Originario, come la sua ragazza e il resto della famiglia, di Cassino, Felice Lisi si era ritirato nella casupola paterna nei pressi della centrale elettrica del lago di Isoletta. E qui, tra mille stenti e tanto disagio. ha trovato la morte. 

Al momento, l'unica indagata, per il fatto di essere stata trovata da sola con il 24enne al momento dei soccorsi, resta Pamela Celani, sulla quale grava la pesante accusa di omicidio volontario. La 27enne, colta da malore poco dopo l'arrivo dell'Ares 118 e la constatazione della morte di Felice Lisi, è ancora ricoverata presso l'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone. La ragazza continua a dirsi estranea alla morte del fidanzato, affermando, come detto anche al vicino di casa al quale ha chiesto aiuto intorno alle 11 di venerdì, che il 24enne si sarebbe procurato ferite da solo. Un'ipotesi alla quale, però, i magistrati, almeno finora, non hanno creduto avendola come detto indagata per la morte del ragazzo. 

Le indagini continuano a 360 gradi senza escludere alcuna pista, anche se molto di più si potrà sapere quando verranno depositati gli esiti dell'autopsia eseguita ieri sul corpo di Felice. A meno che non arrivino prima testimonianze decisive, su tutte quella di Pamela Celani.