Sale dal gioco al setaccio. L'operazione, coordinata dalla questura di Frosinone, è stata effettuata l'altro giorno in quattro locali del capoluogo. In un solo caso sono state riscontrate delle irregolarità di carattere amministrativo. L'intervento è stato condotto dal personale delle volanti e della divisione amministrativa e sociale della questura. Gli agenti della questura si sono presentati in quattro sale gioco e hanno eseguito una serie di controlli, nel corso dei quali sono stati identificati 25 avventori presenti in quei momenti all'interno delle sale di intrattenimento.

Gli operatori della divisione amministrativa e sociale, in particolare, hanno verificato la regolarità delle licenze, delle relative tabelle esposte, l'utilizzo degli apparecchi elettronici di intrattenimento da parte di minori (che per legge è vietato), nonché il regolare possesso dei prescritti titoli autorizzativi a svolgere l'attività. I controlli effettuati dalla polizia hanno portato alla luce, in uno dei locali, alcune irregolarità di natura amministrativa. Nei prossimi giorni, alla luce delle risultanze emerse in sede di ispezione, saranno adottati i conseguenti provvedimenti sanzionatori previsti dalla normativa di settore. I controlli nelle sale gioco della città vedono costantemente impegnata la polizia per verificare il pieno rispetto della normativa.