Una notte di lavoro per i tecnici dell'Enel dopo l'incendio della cabina elettrica di via Trieste che ha provocato un lungo black out giovedì pomeriggio paralizzando numerose attività del centro. Gli addetti della compagnia elettrica hanno lavorato ininterrottamente tutta la notte e anche ieri per montare una nuova centralina e ripristinare definitivamente la linea. E lo hanno fatto nonostante fosse un giorno festivo.

È stato predisposto e montato immediatamente un gruppo provvisorio per permettere di erogare la corrente elettrica ai residenti del palazzo. Tra questi ultimi la paura è stata tanta. Tutto è accaduto intorno alle 14.30 nel cuore della città, a due passi da corso Volsci. Una colonna di fumo nero denso si è alzata in via Trieste destando grande preoccupazione tra i condomini del palazzo attiguo alla cabina elettrica in fiamme che è andata distrutta.

Immediata è scattata la macchina dei soccorsi. Sul posto i vigili del fuoco e i tecnici dell'Enel che con un gran lavoro di squadra hanno spento le fiamme ed evitato altri danni alla rete elettrica. La corrente è andata via per una ventina di minuti in tutti gli edifici del centro. Tante le zone coinvolte dove le sirene de- gli allarmi antifurto hanno iniziato a suonare contemporaneamente. Problemi si sono registrati anche alle linee telefoniche di alcuni gestori, disagi che hanno accompagnato gli utenti fino alla serata.

«Le difficoltà in queste ultime ore sono state tante - spiega una residente del centro - soprattutto i telefoni che non funzionavano hanno creato tanti disagi. Per fortuna in tarda serata tutto è tornato alla normalità e ora la linea funziona bene». Situazione tornata alla piena regolarità anche sulla linea elettrica danneggiata dall'incendio alla centralina. Ieri mattina, infatti, poco prima dell'ora di pranzo, i tecnici dell'Enel hanno terminato definitivamente l'intervento di riparazione e ripristinato la normale tensione.