Sono specializzati nei furti su e di auto. Sono di nazionalità cilena e vengono da Roma. E, qualche volta, come successo anche in Ciociaria, non disdegnano un'incursione all'interno di appartamenti.

La banda di cileni si è spostata anche a Frosinone. Ne sa qualcosa chi si è trovato a passare per la rotatoria di Carrefour giovedì pomeriggio. In quei momenti c'è stato un inseguimento mozzafiato con l'auto dei cileni, una Dacia Sandero che ha percorso un tratto dell'asse attrezzato contromano, ha speronato la gazzella dei carabinieri prima di uscire fuori strada. I militari dell'Arma, due dei quali rimasti feriti nell'incidente e trasportati in ospedale, hanno dovuto esplodere anche un colpo di pistola in aria a scopo intimidatorio.

Alla fine in due sono finiti in manette, condotti nel carcere di via Cerreto dai carabinieri del Nucleo radiomobile coordinati dal maggiore Matteo Branchinelli e dal luogotenente Angelo Pizzotti, altri due sono riusciti a dileguarsi nella campagna e sono tuttora ricercati. Gli arrestati hanno 30 e 57 anni e sono residenti a Roma. Negli ultimi anni bande di cileni specializzati in furti sono state sgominate a San Gimignano, a Ostia dopo che avevano colpito a Grosseto, a Milano usando auto come arieti per sfondare le vetrine dei negozi, a Bergamo, Piacenza, Terni e a Roma perfino dopo un inseguimento, anche in questo caso contromano, sul grande raccordo anulare.

Giovedì l'allarme era scattato dopo un tentativo di furto al parcheggio di Orizzonte a Ferentino. Poi, una nuova segnalazione dal parcheggio di Carrefour. Ed è lì che i carabinieri hanno incrociato i ladri che, per non essere fermati, hanno tentato l'impossibile. Si sono immessi contromano sull'asse attrezzato. Poi vistisi braccati hanno speronato l'auto dell'Arma. Quindi l'incidente, l'arresto di due cileni e la caccia agli altri due. Durante l'inseguimento si è alzato in volo anche un elicottero da Pratica di mare. Recuperata dai carabinieri anche la merce oggetto di furto a Frosinone e Ferentino. Lo scorso 6 febbraio, invece, tre cileni, in questo caso tra i 23 e i 26 anni, erano stati arrestati dai carabinieri a Ceccano subito dopo aver commesso un furto in un'abitazione.