Vandali al Vascello. Il "nuovo gioco" è quello di lanciare bottiglie di birra che poi si frantumano sui balconi o in strada, con il rischio di colpire auto e persone. È quanto accaduto anche tra sabato e domenica, quando cittadini sono stati svegliati nel cuore della notte dai rumori.

Al mattino la scena apparsa davanti ai balconi è stata la conferma delle "notti brave": vetro a terra e cartacce lanciate direttamente dal Vascello verso via Alfonso Bartoli. Numerosi residenti chiedono azioni per scoraggiare i vandali, tra cui maggiori controlli e impianti di videosorveglianza.

«Vandali a Ferentino, da Vascello bevono e buttano le bottiglie con il rischio di colpire le macchine in transito o persone a piedi - sottolinea un cittadino - La strada interessata è quella di via Alfonso Bartoli, strada principale che porta al centro ed è molto transitata da auto e pedoni. Per non parlare poi del pericolo per i residenti che vengono svegliati dal rumore delle bottiglie lanciate, per poi ritrovarsi "un tappeto"di vetro, correndo il rischio non solo di essere colpiti ma anche di tagliarsi. Spero che chi di competenza si attivi per trovare soluzioni per l'incolumità dei cittadini e di quanti percorrono una delle strade principali che conduce al centro storico».

Sotto i riflettori torna la richiesta di installazione di telecamere in punti sensibili del territorio, oltre ad interventi che possano far tornare il Vascello come era un tempo. Circa un mese fa un simile appello è arrivato dai residenti nella zona lungo la Circonvallazione svegliati da schiamazzi di ignoti che hanno cercato di sradicare le assi di legno di cornice agli alberi e spaccato bottiglie di vetro lasciando i pezzi ovunque, ritrovati al mattino. I vandali avevano tentato anche di sradicare una colonnina per la raccolta dei bisogni dei cani che si trova sempre lungo la Circonvallazione e ancorata al marciapiede.