Due arresti, 8 denunciati, 894 persone identificate, 1.249 veicoli controllati, 108 contravvenzioni elevate, un veicolo sequestrato e 7 documenti di circolazione ritirati. Questo il bilancio dei controlli effettuati dalla polizia. Garantire la sicurezza è un impegno a tempo pieno, come dimostra l'operato della squadra volante della Questura di Frosinone e dei commissariati di pubblica sicurezza distaccati, che anche in questo fine settimana, con la collaudata collaborazione del reparto Prevenzione crimine Lazio e l'ausilio degli uomini della polizia stradale, sono stati coinvolti in un'attività a trecentosessanta gradi, che ha interessato il capoluogo e altri comuni della provincia.

L'obiettivo dei servizi, come da direttive ministeriali, è stato quello di prevenire e contrastare la criminalità, con particolare riguardo al controllo delle persone sottoposte a misure cautelari e di prevenzione. Le volanti della Questura insieme a quelle dei commissariati di Cassino e Sora hanno monitorato il territorio di competenza in base a un piano coordinato del territorio finalizzato alla prevenzione contro i reati predatori, lo spaccio degli stupefacenti e alla movida notturna. Le pattuglie della polizia stradale hanno, invece, controllato la viabilità autostradale ed extraurbana sempre particolarmente intensa nei fine settimana. Inoltre, sono stati istituiti 52 posti di controllo, in punti strategici della provincia, verificando la regolarità di oltre 1.249 veicoli, anche grazie alla tecnologica piattaforma "Mercurio" in dotazione alle pattuglie del reparto Prevenzione crimine Lazio. Il sistema, infatti, permette di scansionare le targhe, confrontando i dati raccolti con il database della polizia e della motorizzazione, e scoprire in tempo reale non solo se il veicolo risulta rubato, ma anche se è privo di assicurazione o di revisione periodica.