Due comunità unite dallo stesso dolore. Una tragedia che ha spazzato via gli oltre duecento chilometri che separano la città di Pontecorvo con il viterbese. Proprio lì, in località Poggio Martino, ha perso la vita Tommaso Trotto di 78 anni.

Nato nella città fluviale, si era trasferito giovanissimo nella provincia di Viterbo dove aveva messo radici aprendo la propria azienda. E la tragedia si è consumata proprio mentre lavorava quando, per cause ancora al vaglio degli inquirenti, è rimasto schiacciato da una rotoballa di fieno. Un peso enorme che ha provocato numerose ferite e lesioni sull'anziano. Ferite gravissime che non hanno lasciato scampo all'uomo.

A fare il tragico ritrovamento sono stati gli stessi familiari che non lo hanno visto rincarare. Nonostante l'intervento tempestivo dei soccorsi il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Ma come è accaduto l'incidente? Cosa è successo in quella rimessa? Domande cui stanno tentando di dare una risposta gli inquirenti che stanno lavorando per ricostruire le ultime ore di vita dell'uomo.

La tragedia ha lasciato tutti senza parole. E mentre nel viterbese in tanti si sono stretti attorno alla famiglia di Tommaso Trotto, ieri mattina a Pontecorvo il risveglio è stato dei peggiori. Proprio nel corso della mattinata si è sparsa la notizia sulla tragica scomparsa del settantottenne che tutti ricordano come una persona perbene e un gran lavoratore.