Momenti di autentico terrore in una piazza del centro di Cassino dove un 43enne, già noto alle forze dell'ordine, in preda a non si sa quale raptus, ha iniziato ad inveire contro i passanti brandendo una grossa chiave da meccanico con la quale minacciava le persone in transito. Queste ultime, impaurite, sono scappate e nello stesso tempo hanno avvertito i carabinieri di quanto stava accadendo.

Una pattuglia dei militari della locale Compagnia si è immediatamente portata sul posto indirizzandosi verso l'uomo che continuava nella sua azione intimidatoria. Alla vista dei militari, però, il 43enne ha desistito immediatamente dai suoi propositi ed è fuggito cercando di sottrarsi ai controlli andando a rifugiarsi dentro una vicina chiesa. Qui, però, è stato raggiunto, perquisito e trovato in possesso della chiave da meccanico della quale non era riuscito a disfarsi. 

I carabinieri, accertata la sua identità, lo hanno denunciato. Il 43enne, come detto, era stato già censito dalle forze dell'ordine per i reati di truffa, associazione a delinquere, appropriazione indebita ed altro.