A seguito di segnalazioni di alcuni genitori preoccupati per i loro figli minori che ritornavano a casa alquanto alticci nel fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Cassino attivavano un servizio di osservazione in borghese all'interno e nei pressi di bar, disco-bar e disco-pub del centro di Cassino per individuare gli esercenti irresponsabili.

In particolare, i Carabinieri, la scorsa notte, hanno verificato l'inosservanza delle norme per la tutela della salute presso due attività commerciali delle vie centrali della città, dove regolarmente venivano somministrati alcolici e superalcolici a giovani senza che i gestori si accertassero della loro età.

Nel contesto dei controlli, infatti, un gestore veniva denunciato in stato di libertà per aver somministrato bevande non consentite a giovani minori di anni 16, nonché sanzionato con l'ammenda di 1.000 euro per aver dato da bere alcolici a minori tra i 16 e 18 anni, mentre altri gestori venivano sanzionati con 1.000 euro di ammenda per violato l'ordinanza comunale nr.88 del 12.04.2017 di divieto di somministrare bevande alcoliche e superalcoliche nelle aree esterne agli esercizi commerciali tra le ore 01.00-07.00.