Sopralluogo ancora in corso sui terreni sottoposti a sequestro e situati tra Cassino e Sant'Elia Fiumerapido. Si tratta di una zona al centro di una complessa inchiesta finalizzata ad accertare la presenza, nel sottosuolo, di materiale pericoloso per la salute umana.

Una situazione molto preoccupante, tanto è vero che oggi sono scesi in campo direttamente gli esperti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Con l'ausilio di un magnetometro si sta eseguendo un'indagine per individuare masse ferrose nel sottosuolo e quindi per capire che cosa si nasconda in località Pozzaca dove insistono le acque rosse al centro di un'inchiesta. I carabinieri di Cassino stanno coadiuvando gli addetti dell'Ingv. Rilievi anche con un georadar.

Da tempo, come detto, la zona è sotto osservazione e c'è grande paura per le conseguenze che potrebbero manifestarsi sulla salute degli animali e quindi su quella umana. 

SEGUONO AGGIORNAMENTI