Il ricordo di Emanuele, oggi e lunedì primo maggio, vedrà due ulteriori momenti di grande vicinanza e affetto alla famiglia. La comunità di Tecchiena, e non solo, si stringerà ancora una volta e in maniera fortissima al dolore dei Morganti. Il cordoglio, in questo mese, non è mai mancato da parte di tutti coloro che volevano bene al ventenne: dagli amici ai semplici conoscenti.

Fin da subito, infatti, sono state tante le persone che hanno mostrato di essere vicini a mamma Lucia, papà Giuseppe e alla sorella Melissa. Il primo momento di vicinanza è in programma per questa sera alle 19, nella chiesa di Tecchiena Castello, quando si svolgerà la messa del trigesimo in suffragio del ragazzo aggredito senza un motivo nella notte tra il 25 e 26 marzo. Il secondo appuntamento è per lunedì primo maggio, nato da un'iniziativa spontanea dei suoi amici, e subito recepita da molti conoscenti.

È stato stabilito di far visita a Emanuele, a partire dalle 9, nel cimitero di Frosinone. «Chi vuole - ha scritto sulla sua pagina Facebook Roberto Addesse, spiegando l'evento - può porta- re un fiore, un cero, un palloncino bianco o qualsiasi cosa inerente all'evento. Il tutto è stato creato per non far finire questa storia nel dimenticatoio e per far capire alla famiglia Morganti che loro non saranno mai soli. Perché - ha concluso - pure noi pretendiamo giustizia».