I funerali di Simone Frattini avranno luogo domani alle ore 16.30 nella Basilica Cattedrale di Aquino, partendo dall'obitorio dell'ospedale Santa Scolastica di Cassino.

Tragedia di Pasquetta. Muore sul colpo in un incidente avvenuto in zona Valli Simone Frattini, 27 anni, originario di Aquino. Feriti in modo grave due amici che si trovavano con lui su una Peugeot 106: il figlio di un carabiniere originario di Aquino ma in congedo da diverso tempo - G.D.S.di 21 anni - e un 23enne, S.M., sempre del posto. L'auto su cui viaggiavano i tre giovani, che avevano trascorso una giornata spensierata insieme, è improvvisamente finita fuori strada. Forse un malore, l'improvviso passaggio di un animale in quelle zone ricche di vegetazione: ogni ipotesi è al vaglio dei carabinieri. L'unica certezza è quella legata all'impossibilità di poter aiutare Simone, morto praticamente sul colpo.

La chiamata al 118 è stata lanciata intorno alle 21.30: un passante ha notato l'auto accanto ad un albero in zona Valli, che a causa dell'impatto non aveva più la parte superiore: il tettuccio, i vetri, l'intera intelaiatura della Peugeot sono stati disintegrati dall'urto violentissimo contro la pianta. I tre ragazzi, due dei quali ancora in vita, incastrati tra le lamiere. La scena apparsa ai vigili del fuoco di Cassino e poi ai soccorritori del 118 è stata straziante.

Per Simone è apparsa subito chiara l'impossibilità di salvargli la vita. La corsa contro il tempo è invece iniziata per i suoi amici: gravissimi, ma ancora in vita. Con l'arrivo di due ambulanze i giovanissimi sono stati trasportati al Santa Scolastica di Cassino. Per il ventitreenne, dopo una prima stabilizzazione, si è reso necessario il trasferimento in eliembulanza all'Umberto I di Roma: i traumi sono apparsi subito troppo gravi. Il ventunenne, invece, è stato sottoposto a tutte le cure del caso al Santa Scolastica. Anche lui gravissimo.

A chiarire cosa abbia potuto causare la perdita del controllo della Peugeot 106 ci penseranno i rilievi dei carabinieri della Stazione di Aquino e dei colleghi della Compagnia di Pontecorvo, agli ordini del maggiore Fabio Imbratta e del tenente De Lisa. Rilievi difficili da effettuare, vista anche la posizione dell'auto, proseguiti anche dopo l'arrivo del medico legale - giunto poco prima delle 23 - chiamato a confermare la morte di Simone. Forte l'apprensione per i due ragazzi che stanno lottando tra la vita e la morte. Comunità sotto choc. 

di: C.D.D. - A.R.