In seguito ai tragici fatti che hanno causato la morte del giovane Emanuele Morganti, in vista delle festività pasquali, il sindaco di Alatri Giuseppe Morini ha diramato poco fa un comunicato in cui viene annunciata una riduzione delle celebrazioni in segno di lutto e per rispetto nei confronti della memoria del ragazzo di Tecchiena deceduto in seguito al brutale pestaggio: luminarie ridotte, bancarelle non oltre le 21 e niente concerti il giorno di San Sisto.

Ecco nel dettaglio le disposizioni del primo cittadino: "In considerazione dei tragici e straordinari fatti accaduti lo scorso 26 di marzo, ho ritenuto opportuno, se non necessario, prendere alcuni provvedimenti relativi alle manifestazioni previste per la settimana Santa e per la festa patronale di S. Sisto. Pertanto, concordemente con la Venerabile Confraternita di S. Sisto e le autorità Religiose Foraniche e Diocesane, che ringrazio per come si sono messe immediatamente a disposizione, anche in considerazione di quanto da essi è stato già onorato ai fornitori, abbiamo deciso che non sarà eseguito il tradizionale spettacolo pirotecnico, di annullare lo spettacolo musicale previsto per la serata di mercoledì 19, di limitare l'accensione delle luminarie al minimo indispensabile e di limitare la presenza delle bancarelle fino alle ore 21.00, le stesse non potranno emettere annunci e musica. Inoltre su proposta diretta della Confraternita sono stati annullati i previsti spettacoli musicali del 23 e del 30 di aprile. Credo che in questo modo si sia rappresentato nel migliore dei modi possibili il sentimento generalizzato dell'intera Cittadinanza, sentimento di dolore e di sgomento, pur tenendo conto della complessa macchina organizzativa che in tempi non sospetti si era già messa al lavoro e non rinunciando alle nostre secolari tradizioni e ad onorare doverosamente il nostro Patrono S. Sisto"