Nuovo interrogatorio in carcere per Mario Castagnacci. Domani uno dei due fermati per l'omicidio di Emanuele Morganti (l'altro è Paolo Palmisani) sarà interrogato dalla procura di Frosinone. Un interrogatorio che, anche alla luce dell'attività che i Ris effettueranno nella giornata odierna, potrebbe svelare nuovi particolari e aprire altri scenari. Castagnacci prima ancora dell'interrogatorio di garanzia, in cui tenne la bocca cucita, aveva già sostenuto un interrogatorio nel quale aveva avuto modo di spiegare la sua versione dei fatti. Ma soprattutto chi c'era sulla scena del crimine. E non è escluso che da quelle dichiarazioni l'inchiesta possa aver preso una direzione ben precisa. Gli indizi più gravi restano a carico, comunque, di Mario Castagnacci e Palmisani. Dopo la loro fuga a Roma, infatti, la procura emise nei loro confronti un decreto di fermo, poi convalidato dal gip della Capitale.

Successivamente all'elenco degli indagati sono stati aggiunti gli altri sei nomi. Si tratta di Franco Castagnacci, 50anni, di Alatri, padre di Mario; Michel Fortuna, 24 anni, residente a Frosinone nella zona del Casermone; Michael Ciotoli, 27 anni, Manuel Capoccetta, 28 anni, e Damiano Bruni, 27anni, tutti di Ceccano; e dell'albanese Xhemal Pjetri, 33 anni, residente a Ferentino. Intanto, il movente resta ancora avvolto nel giallo. L'altra sera la sorella di Emanuele, intervistata nel programma tv Le Iene, ha fatto riferimento a una vendetta legata a una ragazza che Emanuele avrebbe difeso dall'aggressione di un giovane. Ma questa è solo un'ipotesi alla quale gli investigatori stanno lavorando.