La sentenza prevista per il prossimo settembre riguardo la prematura morte della neonata all'ospedale Santa Scolastica è riferita ad un caso che si è verificato nel 2010. La bambina venne alla luce nel novembre 2010 e a poche ore dalla nascita venne trasferita all'Umberto I dove morì. Furono indagati due medici, difesi dai legali Lio Sambucci, Armando Pacione e Antonella Germani. Dopo oltre sei anni il caso della piccola deceduta è giunto quasi alle battute finali: il 22 settembre la discussione e poi l'attesa sentenza. Diversa la vicenda giudiziaria legata alla neonata venuta alla luce il 3 dicembre scorso e morta dopo appena cinque ore dalla nascita. I genitori della neonata morta per cause ancora da accertare - una giovane coppia che aspettava egualmente con amore ed emozione l'arrivo della primogenita - sono difesi dall'avvocato Giuseppe Sacco.

Per loro l'iter processuale è ancora nelle fasi iniziali, ufficialmente il legale della famiglia non ha ancora comunicazioni del deposito della relazione che potrebbe avvenire a breve.In questo caso i medici iscritti nel registro degli indagati sono cinque: i professionisti che si alternarono nei turni precedente, contestuale e successivo alla nascita della bambina. Un dolore profondo che il tempo non riuscirà mai a sanare.

Così come nel caso del 2010 anche nel caso registrato a dicembre la prematura scomparsa di una bambina ha scosso non solo le famiglie, ma anche la comunità. Due storie terribili quelle di due piccole accomunate dal tragico destino di essere vissute solo poche ore dopo il parto. Le cause del decesso, in entrambi i casi, sono da accertare.