Maltrattato e abbandonato in mezzo ai rifiuti in una pozzanghera dentro l'alveo del torrente Amaseno. Per fortuna i volontari dell'associazione Fare Verde Monte San Giovanni Campano lo hanno trovato e affidato alle cure del veterinario. Questa mattina il presidente provinciale di Fare Verde, Marco Belli, si è recato nella caserma dei carabinieri di Monte San Giovanni Campano ed ha sporto denuncia indicando le generalità del proprietario e persino il numero di telefono. Al momento la cagnolina è trattenuta dai volontari di Fare Verde per le cure che necessitano perché dichiarata intrasportabile viste le gravissime condizioni cliniche.
«Purtroppo nell'anno 2016 la nostra associazione -spiega il presidente di Fare Verde - ha dovuto combattere con chi ammanettava i cavalli e quest'anno c'è questo atto di crudeltà e di violenza ai danni di una cagnolina di dolcezza infinita con l'amara constatazione che la madre degli idioti è sempre incinta.
È per questi motivi che Fare Verde ha sporto formale denuncia all'Autorità giudiziaria contro chi ha commesso tale crimine. Chi ha commesso questo atto di violenza gratuita ha le ore contate e appena l'Autorità giudiziaria avrà accertato la responsabilità di questo atto disumano la nostra associazione sarà lieta di pubblicare le generalità di chiunque sarà ritenuto responsabile».
Il video e la foto della cagnolina sono  stati pubblicati su Facebook da Belli. Tanti i commenti di indignazione di chi condanna fermamente l'episodio, sperando che l'amica a quattro zampe si salvi».