Tredici arresti per corruzione in carcere. Questa mattina i carabinieri del *Nucleo Investigativo di Frosinone* hanno eseguendo in Ciociaria e nelle province di Latina, Napoli, Terni, Avellino, Pistoia e Isernia un'Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Frosinone per i reati di concorso in corruzione di pubblico ufficiale (319 e 321 C.P.) nei confronti di 13 persone (13 misure cautelari di cui 4 in carcere, 1 agli arresti domiciliari e 8 obblighi di dimora nel Comune di attuale domicilio).

Il provvedimento scaturisce da attività di indagine condotta dal Nucleo investigativo in merito a più episodi di corruzione, commessi da un Assistente della Polizia Penitenziaria, colpito da misura cautelare arresti domiciliari, in servizio presso la Casa Circondariale di Frosinone, finalizzati all'introduzione fraudolenta di oggetti e droga all'interno del carcere e recapitati ai detenuti.

L'operazione è scattata a cinque giorni dalla clamorosa fuga del camorrista Alessandro Menditti dalla casa circondariale. 

CORRUZIONE IN CARCERE, LEGGI GLI AGGIORNAMENTI