Per la prima volta l'amministrazione comunale di Ferentino si troverà a discutere una proposta di delibera di iniziativa popolare per abolire la sosta a pagamento su tutto il territorio. In quattrocento dicono: "si può fare. Le strisce blu possono essere eliminate". Alessandro Palombo si è fatto portavoce di tutte quelle persone che con una firma hanno sottoscritto la proposta. Ormai chiusa la campagna raccolta firme, domenica scorsa, ora resta solo protocollare e aspettare di discutere la proposta con il consiglio comunale. "Questa volta l'unione della popolazione farà la differenza, io sarò solo la voce della gente - sottolinea Palombo - Ritengo che la desertificazione del centro è stata la causa propulsiva che mi ha spinto ad intraprendere questa mia crociata contro il parcheggio a pagamento, troppe le saracinesche abbassate dei negozi, troppe le scritte "vendesi" e "affitasi". Io sono per il bene comune, non cerco medaglie o riconoscimenti, per me quello che conta è il bene di Ferentino, questo nostro paese ormai sempre più lasciato solo. Ora aspettiamo di andare a discutere la proposta di delibera di iniziativa popolare e fare capire le nostre intenzioni. Non pagare le strisce blu significa solo parcheggiare gratis. Parcheggiare senza avere l'obbligo di pagare. Le strisce blu a Ferentino sono state istituite in un momento fiorente per il paese, quando era solo il Vascello e si aveva problemi per trovare un posto auto, ormai i tempi e periferie sono cambiate, la popolazione non vive più il paese. Il problema del parcheggio è ormai superfluo e se proprio ci devono stare le strisce blu andrebbero distribuite in parti eque e non concentrate solo per il centro".
Entro 60 giorni dalla presentazione, termine previsto, il consiglio comunale e conseguentemente il sindaco e la giunta comunale di Ferentino, devono pronunciarsi sull'abolizione della sosta a pagamento.